Viaggiare in Inghilterra: le mete più belle da visitare

L’Inghilterra è un ottimo posto da visitare, sia che i viaggiatori stiano facendo il loro primo o ennesimo viaggio all’estero: questo in parte perché la barriera linguistica non c’è per chi parla inglese, anche se qui si possono ascoltare lingue di tutto il mondo. I visitatori che visitano per la prima volta l’Inghilterra possono semplicemente visitare le attrazioni principali dell’Inghilterra, come l’Abbazia di Westminster o fare shopping a Knightsbridge a Londra e magari visitare una città universitaria o Stonehenge. Ecco quali sono le mete più belle da visitare se si viaggia in Inghilterra.

Brighton

Brighton, sulla costa del Sussex, è una rinomata località balneare dalla metà del XIX secolo. Gran parte della sua popolarità è dovuta alla vicinanza a Londra, che la rende celebre tra i turisti in gita di un giorno. Il lungomare è fiancheggiato da graziose case vittoriane che oggi offrono sistemazioni turistiche.

I visitatori potranno passeggiare sul famoso Palace Pier o ammirare i tradizionali giardini all’inglese. Splendida non soltanto durante il giorno, la città ha una vivace vita notturna, ed è sede di molti animatori e atleti.

Lake District

Il Lake District nella Cumbria, nel nord-ovest dell’Inghilterra, ospita il più grande parco nazionale del paese. La regione montuosa è nota per le escursioni e l’alpinismo, ed è una destinazione turistica molto popolare, in grado di attirare più di 15 milioni di visitatori all’anno.

Il parco ha il monte più alto dell’Inghilterra, lo Scafell Peak, e il lago più ampio, il Windermere. Per gli amanti delle escursioni, possono essere effettuate passeggiate più dolci attraverso le valli mentre contemplano le opere di William Wordsworth, un famoso poeta del XIX secolo, o a cavallo di un treno a vapore attraverso il paesaggio.

St. Ives

Situato sulla costa, St. Ives è un’antica città di pescatori, l’unico porto nel sud-ovest della Cornovaglia dell’Inghilterra. Oggi questa pittoresca cittadina di quasi 12.000 abitanti è un luogo di villeggiatura così popolare che nel 2010 e 2011 è stata nominata la migliore città di mare del Regno Unito. Comode scarpe da passeggio sono un must per alzarsi sulle strade collinari e strette di ciottoli, che sono fiancheggiate da pittoreschi edifici che ospitano boutique e gallerie d’arte.

Bath

Bath deve il suo nome al fatto che fu fondata dai Romani nel 60 d.C., che qui costruirono le terme a causa delle sorgenti termali. La città raggiunto il suo apice di popolarità negli anni georgiani, quando i ricchi accorrevano qui per le terme.

Oltre ad essere famosa per le sue acque, la città è anche un ottimo esempio di architettura georgiana. La città ha una scena culturale attiva con teatro dal vivo e ottimi ristoranti che attirano molti turisti da tutto il mondo: questa città inglese sudoccidentale è, inoltre, un punto di partenza da cui partire per visitare la monolitica Stonehenge.

Cambridge

Cambridge è una città storica a circa 80 km (50 miglia) a nord di Londra che ospita l’Università di Cambridge, una delle migliori università del mondo. È stata fondata nel 1209; i suoi studenti rappresentano quasi il 20% della popolazione della città, di 123.000 abitanti.

Dopo aver visitato l’università, i viaggiatori potrebbero voler fare un giro in barca sul fiume Cam, visitare il Museo Fitzwilliam con la sua vasta collezione di antichità, o camminare attraverso il ponte matematico che alcuni sostengono sia meglio dei ponti di Venezia.

Jurassic Coast

I cacciatori di fossili potrebbero voler fare un punto di riferimento per la Jurassic Coast, un tratto dell’Inghilterra meridionale che va da Bournemouth a Exmouth. Le rocce  della regione risalgono a 185 milioni di anni fa, quando i continenti si scontravano l’uno contro l’altro per poi allontanarsi.

I musei lungo il percorso spiegano ogni regione: Charmouth è il posto migliore per trovare fossili. I cacciatori di fossili, e tutti i visitatori, dovrebbero prendersi del tempo per passeggiare sulle spiagge o visitare le piccole e affascinanti città lungo il percorso. Tuttavia, bisogna fare attenzione quando si cammina vicino alle scogliere, poiché le rocce possono cadere in qualsiasi momento.

Oxford

Oxford risale all’Inghilterra sassone quando era conosciuta come Oxenaforda, un luogo dove i buoi attraversavano un fiume. Oggi è conosciuta come la più antica università del mondo anglofono, la Oxford University, che risale al XII secolo.

Questa città del sud-est dell’Inghilterra, sede della contea di Oxfordshire, vanta anche i resti dei castelli normanni, e la Christ Church Cathedral, una cappella universitaria e la cattedrale sono state riunite in un unico edificio. Poiché gli studenti vengono da tutto il mondo per studiarci, Oxford è una città etnicamente diversa e accogliente.

York

York è una città fortificata con un ricco patrimonio, situata dove il fiume Foss incontra il fiume Ouse. Un sacco di luoghi interessanti competono per l’attenzione dei visitatori che passeggiano lungo le strade acciottolate della città: uno dei punti di riferimento della città è York Minster; questa imponente cattedrale di pietra è piena di opere d’arte notevoli.

Un’altra attrazione di livello è la medievale Clifford’s Tower, costruita da Guglielmo il Conquistatore e ricostruita da Enrico III nel XIII secolo, che caratterizza un ottimo punto di osservazione panoramica della città.

Stonehenge & Avebury

Uno dei luoghi più popolari da visitare in Inghilterra, Stonehenge, è un monumento preistorico che si trova nel Wiltshire. Dal 2500 a.C. circa, l’uomo del Neolitico e dell’età del bronzo ha iniziato a portare pietre gigantesche dal Galles e dai Marlborough Downs.

Fu solo nel 1600 a.C. che Stonehenge venne completata: un viaggio a Stonehenge si combina al meglio con un viaggio nella preistorica Avebury a nord, che ha un cromlech ancora più grande, con meno restrizioni e meno turisti.

Londra

Nessun superlativo è esagerato quando si tratta di descrivere Londra, la capitale dell’Inghilterra e del Regno Unito. Questa vivace città vede la sua storia personificata dall’abbazia di Westminster o dal Buckingham Palace.

Lo shopping, da Knightsbridge a Carnaby Street, è un must, così come lo è guidare un autobus rosso a due piani e il “tube”, o metropolitana dove si ricorda costantemente di “fare attenzione al divario”. Londra è famosa anche per il teatro dal vivo; fermarsi al pub locale per una pinta dopo lo spettacolo potrebbe essere un’ottima scelta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *